federico al mare

Imparare. Crescere. Avere il Tempo di Vivere.

Il mondo sta cambiando rapidamente e con esso la concezione di lavoro tradizionale. Nella società frenetica di oggi stiamo perdendo il nostro bene più prezioso che nessuna cifra può comprare: il TEMPO. Iscriviti GRATIS e scopri come il mondo del Digital Marketing può davvero cambiare la tua vita, attraverso e-book gratuiti, materiale PDF e contenuti esclusivi riservati alla community di Viaggio Digitale.

Ti sei perso qualche articolo?

Non preoccuparti ! Li trovi tutti all’interno del BLOG.

Vuoi saperne di più riguardo alla #MonthlyBook Challenge? Ti invito a leggere QUESTO ARTICOLO.

Se non vuoi perderti nessuna novità di Viaggio Digitale iscriviti alla Newsletter compilando il form qui sopra.

INTRODUZIONE

Da dove è nata l’idea della creazione di Viaggio Digitale?

Come può il Digital Marketing cambiare la vita delle persone?

In questo articolo ti racconto la mia storia e come il Marketing Online me la sta stravolgendo.

Il Viaggio sta per iniziare.
Sei pronto?
Sali a bordo…si parte!

“L’unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna diverso.”

 

Mai e poi mai avrei pensato di trovarmi qui, seduto al tavolo della mia cucina a scrivere picchiettando con le dita sulla tastiera di un Pc. Monotona come introduzione al mio primo articolo del blog, vero?

Ma è la semplice, nuda e cruda verità…

a volte la vita è proprio strana.

Prima di cominciare questo lungo viaggio senza destinazione e con biglietto gratuito, voglio raccontarti come è nata l’idea e come ho sconfitto il morboso pensiero che tutto ciò che mi passava per la testa, prima di essere buttato in pasto alle persone, dovesse risultare per forza ‘Perfetto’. Tecnicamente e stilisticamente Perfetto. Credimi, un’assurdità.

Nato in un giorno di pioggia del 1986, cresciuto con quella che chiamo simpaticamente ’educazione al posto fisso’, diplomato e orgogliosamente privo di istruzione accademica.

Fin dalle scuole elementari il pensiero rivolto al futuro era quello di studiare, fare, impegnarmi, per arrivare da grande a raggiungere quel famoso obiettivo ricercato più del Santo Graal, chiamato volgarmente, inesorabilmente, ‘Posto Fisso’.

Com’é andata?

Posso rispondere dividendo sinteticamente la mia vita fino ad oggi in tre macro fasi professionali.

Bene. Poi male. Poi benissimo (indipendentemente da cosa succederà in futuro).

Bene. Terminati gli studi ho trovato la strada spianata verso un lavoro che mi ero convinto (e mi hanno convinto) dovesse essere quello giusto, dal quale non sarei mai dovuto scappare e grazie al quale la mia vita sarebbe stata perfetta: vicino a casa, busta paga corposa, costantemente a contatto con la natura.

Tutto molto bello, non ti sembra?

Male. Quante volte hai sentito dire quella frase tanto breve quanto monotona che più o meno recita “I soldi non fanno la felicità?”. Partiamo dal presupposto che non sono mai stato milionario, e nemmeno sono mai stato lontanamente vicino ad esserlo. Permettimi però ugualmente di pensare di essere stato un PRIVILEGIATO; in fin dei conti il mio stipendio a 19 anni era più alto di quello di tante altre persone che lavorano in altri settori magari da una vita. Per questo, che ti piaccia o no l’idea, mi sentivo nel vero senso della parola un privilegiato.

Questa mia convinzione è inesorabilmente andata a sfumarsi pian piano nel tempo.

Assurdo vero? Quanti avrebbe voluto essere al mio posto?

Ed è proprio questo il punto cruciale. La sensazione che mi accompagnava ad ogni risveglio fino a un  paio di anni fa era quella di vivere la vita di qualcun altro, che proprio qualcun altro avrebbe potuto desiderare ma non io, chiuso in un ambiente ai miei occhi ottuso e privo di luce vitale.

Credo che alcune persone non nascano con in testa come unico obiettivo quello di vivere una vita ‘Perfetta’.

Perdonami. Riformulo. Credo che alcune persone non nascano con in testa come unico obiettivo quello di vivere una vita rispettando un modello che la società identifica come ‘Perfetto’.

Alcune persone, tra le quali mi siedo comodamente anch’io, covano dentro di sé una vena creativa insoffocabile che ha bisogno di una costante valvola di sfogo, rappresentata nel mio caso (in parte) da questo blog e dal Mondo dinamico del digital marketing.

Il termine ‘Fisso’, in molte realtà, fa rima con statico che a sua volta fa rima con ‘senza possibilità di crescita’. E quando dico crescita, intendo la più importante, quella personale (non per forza professionale).

Benissimo. Eccomi qui, a scrivere queste prime righe di un progetto che finalmente posso sentire mio. Un progetto umile sbattuto nella giungla del web senza aspettare che tutto fosse perfetto, rappresentato da un blog che tecnicamente e esteticamente ha la stessa qualità di un disegno fatto sulla carta igienica da un bambino di 5 anni, ma che proprio come quel disegno ha tanto da raccontare e trasmettere.

Sono sempre stato un grande amante dei viaggi e mi è sempre piaciuto pensare che più della destinazione fine a se stessa, quello che mi ha fatto aprire la mente è IL VIAGGIO condito da incontri, imprevisti, paure, soddisfazioni, gioie e dolori.

Al tempo stesso ho scoperto questa passione verso il mondo del web, stimolante per chi ama tenersi aggiornato ogni singolo giorno e per chi, come dice Manu Chao in una sua canzone, “lleva nel cuerpo un motor que no deja de rolar” sentendo quindi la necessità di svolgere un’attività dinamica e in costante evoluzione.

Dall’unione di queste due passioni ecco che è nato quasi per caso VIAGGIO DIGITALE.

Non ho la presunzione di ritenermi un esperto in materia (Guru ne abbiamo!?).

La mia mission è quella di accompagnare umilmente le persone passo dopo passo alla scoperta dei segreti dell’online marketing, provando a trasmettere quella voglia di libertà che solo questo magnifico lavoro può seriamente dare a chi non vuole fossilizzarsi in un mondo che non sente suo.

Studio. Pensiero. Azione. Questo è il mio mantra.

Studiare dai migliori, pensare come i migliori, ma fare azione con la propria testa, senza paura di fallire.

Che dici…sei pronto a salire a bordo?

Che il viaggio abbia inizio.

Un abbraccio,

Federico.

P.S. se l’articolo ti è piaciuto lasciami un like qui sotto 👍🏻. Se vuoi chiedermi qualcosa o vuoi dire la tua riguardo all’articolo lasciami un commento in fondo alla pagina. Per te è un semplice gesto, per me un grande motivo di soddisfazione 🙂

federico redolfi

SEGUIMI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Vuoi entrare a far parte della Community di Viaggio Digitale?

Scarica GRATIS la guida " PENSARE IDEARE FARE COME UN VERO MARKETER "
0 0 votes
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x